Forum news

Tutte le news e gli argomenti di attualità di cui si parla nel mondo


Non sei connesso Connettiti o registrati

La Corea del Nord lancia sette missili nel giorno dell'Independence Day

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

La Corea del Nord lancia sette missili
nel giorno dell'Independence Day

Protesta formale del Giappone. Seul: provocazione contro le sanzioni Onu, lanciati vettori che raggiungono 1.000-1.500 km


ROMA (4 luglio) - La Corea del Nord ha effettuato oggi il test di sette missili, proprio nel giorno della festività Usa dell'Independence Day. La sfida alla comunità internazionale continua, nonostante le sanzioni dell'Onu.

I lanci. I primi due vettori balistici, ha annunciato l'agenzia Yonhap, citando fonti del governo di Seul, sono stati lanciati alle ore 8 locali (all'una di notte in Italia) ed erano del tipo Scud, con una gittata stimata di circa 500 chilometri. Successivamente, a distanza di poche ore, ne sono stati lanciati altri due, presumibilmente dello stesso tipo, da una base vicino Wonsan, nella provincia di Gangwon: sono caduti nel mar del Giappone dopo aver coperto una distanza di circa 400 chilometri. Il quinto missile è stato lanciato alle 14.50 locali (7.50 in Italia), il sesto alle 16.10 locali (le 9.10 in Italia). In seguito è stato lanciato il settimo missile.

Seul: atti provocatori contro le sanzioni Onu. Violano le risoluzioni 1695, 1718 e 1874 del Consiglio di sicurezza che vietano alla Corea del Nord tutte le attività relative ai missili balistici i lanci di oggi, commenta il governo sudcoreano. Se i primi missili sono stati classificati come Scud, gli ultimi, secondo fonti nipponiche e sudcoreane, potrebbero anche essere i Rodong, vettori di medio raggio capaci di raggiungere anche 1.000-1.500 chilometri. Le forze armate di Seul, in considerazione della solida alleanza nella difesa con gli Usa, sono «assolutamente preparate ad affrontare tutte le minacce o le provocazioni del Nord», ha fatto sapere lo stato maggiore della Difesa sudcoreano.

Sfida alle sanzioni. Il Paese comunista, che è solito fare leva sui missili nei momenti di massimo attrito con la comunità internazionale, è stato colpito da nuove sanzioni Onu a seguito della risoluzione 1874, approvata dal Consiglio di sicurezza come risposta al secondo esperimento nucleare del 25 maggio scorso.

A Pyongyang è stato vietato, tra l'altro, il commercio di armi, fonte di preziosa valuta estera per il regime. Il Consiglio ha autorizzato i Paesi che aderiscono all'Onu ad ispezionare i cargo riconducibili alla Corea del Nord, con la possibilità di sequestrare e distruggere le merci spedite in violazione alle sanzioni.

Protesta formale dal Giappone contro la Corea del Nord, attraverso i canali diplomatici a Pechino.

Il Messaggero

Visualizza il profilo http://16sdm8-ldpb16.forumattivo.com

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum