Forum news

Tutte le news e gli argomenti di attualità di cui si parla nel mondo


Non sei connesso Connettiti o registrati

Strage di Viareggio, i morti salgono a 21

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Strage di Viareggio, i morti salgono a 21 il Ven Lug 03, 2009 2:39 pm

Strage di Viareggio, i morti salgono a 21
Riaperta la linea ferroviaria all'alba

Controlli sui carri Gatx che non riconosce sue responsabilità
Lo sgomento dei primi pendolari nella stazione


FIRENZE (3 luglio) - Non ce l'ha fatta la donna ricoverata all'ospedale di Carrara, la cui identità non è stata ancora stabilita. È morta durante la notte facendo salire il bilancio della tragedia ferroviaria di Viareggio. È morto stamani, poco dopo le 10, anche il giovane che era stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Massa Carrara dopo l'esplosione alla stazione di Viareggio nella notte tra lunedì e martedì. Lo si apprende dalla Asl di Massa Carrara. Le vittime della strage salgono a 21.

Stabili ustionato a Padova. Sono definite stabili stamane le condizioni di Marco Piagentini, 42 anni, uno dei feriti più gravi dell'esplosione di Viareggio, ricoverato da lunedì al centro grandi ustioni di Padova. L'uomo, sottoposto l'altro ieri ad un primo intervento chirurgico, è in prognosi riservata; una successiva valutazione clinica, si apprende dai medici, sarà fatta domattina. La famiglia di Piagentini è stata una tra le più colpite dal disastro ferroviario di Viareggio. L'uomo ha perso nell'esplosione due figli, Lorenzo, 2 anni, e Luca, di 5, mentre la moglie, Stefania, è a sua volta ricoverata in gravi condizioni all'ospedale di Pisa.

Il Cdm: stato di emergenza. Il Consiglio dei ministri ha dato via libera al decreto in cui si dichiara lo stato di emergenza a seguito del disastro ferroviario di Viareggio. Lo riferiscono fonti governative, che sottolineano come siano stati decisi anche il lutto nazionale e i funerali di Stato.

Riapre la stazione di Viareggio. Mentre gli inquirenti continuano a indagare per cercare di risalire alle cause dell'incidente, è stata riaperta la linea ferroviaria. È il regionale 23375 La Spezia-Pisa il primo treno a fermare, alle 5,54, a Viareggio dopo l'incidente ferroviario avvenuto in stazione nella notte tra lunedì e martedì scorsi. La stazione è stata riaperta all'alba di oggi, anche se al momento i binari disponibili sono solo due su otto. Una rete di protezione divide in due la stazione, impedendo l'accesso all'area compresa tra i binari 4 e 8. Sul quinto binario sono ancora in sosta alcuni vagoni cisterna del convoglio deragliato nell'incidente.

La prima passeggera nella stazione: che paura. Poco dopo le 5 un dipendente delle Ferrovie ha tolto i nastri bianchi e rossi che delimitavano l'accesso alla stazione di Viareggio, che stamani, dopo tre giorni dall'incidente ferroviario che ha provocato 20 morti, è stata riaperta. Alle 5,54, con qualche minuto di ritardo, è arrivato il primo treno da La Spezia. Cristina, 29 anni, romena, è la prima a scendere «fa un pò di impressione, un pò di paura». Poi, rivolta a guardare le cisterne gpl del convoglio deragliato che sono ancora ferme in stazione, «mettono angoscia», dice Cristina. La stazione ha ripreso regolarmente la sua funzione. Alle 7 erano quattro i convogli che si sono fermati con qualche ritardo. All'esterno sono ancora in funzione i bus navetta sostitutivi.

Disagi per i pendolari. Claudio Cozzani, 56 anni, da anni è pendolare fra Viareggio e Sarzana: «Piano piano torna la normalità - dice aspettando il treno - ma ci vorrà un pò a digerire la rabbia. Forse con un pò più di attenzione tutto questo non sarebbe successo». Sul tabellone elettronico scorrono gli orari dei treni, con ritardi e soppressioni: per il momento degli otto binari solo uno è in funzione. Dall'altoparlante una voce avverte che ci possono essere dei disagi. Riaperti anche l'edicola e il bar: «ancora la stazione è semideserta - spiega l'edicolante - ci sarà un 15% dei viaggiatori. Molti non sapevano che stamani sarebbe stata riaperta, altri preferiscono ancora usare i propri mezzi. Che sensazione tornare qua? »Un pò da sopravvissuti«.

Controlli a tappeto sui carri Gatx. La Gatx rail Europe, proprietaria del vagone deragliato nella stazione di Viareggio, ha deciso «spontaneamente e come misura precauzionale», di controllare tutti gli assi dei vagoni che trasportano gpl in Italia e che abbiano caratteristiche tecniche simili a quello coinvolto nell'incidente della notte tra lunedì e martedì scorsi. A renderlo noto, in un comunicato, è la stessa società di noleggio carri cisterna: «Gatx provvederà immediatamente alla sostituzione di tutti gli assi dei vagoni interessati, i quali verranno sottoposti ad un controllo tecnico completo per verificarne l'integrità delle condizioni operative. Le modalità di test più appropriate verranno discusse con le autorità italiane». «Data l'ipotesi attuale per cui una fessurazione dell'asse possa essere connessa all'incidente, vogliamo eliminare qualsiasi potenziale rischio per il pubblico», afferma Johannes Mansbart, ceo di Gatx rail Europe. «Questa misura non implica il riconoscimento che causa dell'incidente di Viareggio siano stati errori da parte di Gatx - sottolinea Mansbart -, ma è un controllo di sicurezza per ristabilire la completa fiducia dei nostri clienti e del pubblico verso la comprovata sicurezza ed integrità dei nostri vagoni». «Gatx - aggiunge la nota della società - sta collaborando con Ferrovie dello Stato per comprendere i motivi in base ai quali Fs ha sospeso l'utilizzo dei nostri vagoni in Italia. Anche se riteniamo non ci siano elementi che giustifichino tale misura, con spirito di cooperazione lavoreremo con FS. Le autorità non hanno permesso a Gatx l'accesso al luogo dell'incidente o la possibilità di ispezionare i vagoni deragliati. Pertanto non siamo in grado di condurre le nostre valutazioni».

Il Messaggero

Visualizza il profilo http://16sdm8-ldpb16.forumattivo.com

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Argomenti simili

-

» La storia delle Torri Gemelle

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum